A GUBBIO, per il secondo anno, TERRACOMUNICA torna ad impegnarsi  per far conoscere le tradizioni e la festa dei Ceri agli ospiti  rifugiati del centro CIDIS il Coppiolo di Gubbio

A GUBBIO, per il secondo anno, TERRACOMUNICA torna ad impegnarsi per far conoscere le tradizioni e la festa dei Ceri agli ospiti rifugiati del centro CIDIS il Coppiolo di Gubbio

Per il secondo anno l’associazione Terracomunica ritorna  con la sua vocazione  di raccontare la terra ed i territori, consapevole della loro forza comunicativa, con un approccio culturale.

A Gubbio l’iniziativa di Venerdì 12 Maggio ha coinvolto alcuni ragazzi rifugiati,  accolti nella struttura gestita da CIDIS Onlus,  con l’obiettivo di far conoscere la città di Gubbio e la sua Festa dei Ceri, che come è noto si celebrerà  il prossimo 15 maggio.

I ragazzi ospiti della struttura CIDIS hanno incontrato alcuni eugubini,  amici e collaboratori di Terracomunica,  per visionare un filmato sulla Festa dei Ceri, analizzando insieme i luoghi, il percorso e  i momenti salienti della corsa, per cercare di far conoscere loro  la cultura del popolo che li ospita.I ragazzi entusiasti ed interessati hanno contribuito con domande e curiose constatazioni, tanto da dare vita ad un interessante scambio culturale.

Come più volte ripetuto da Paolo Tosti, promotore dell’iniziativa di TERRACOMUNICA,  ogni persona e’ comunicatore della propria terra e territorio e per questo si deve assumere la responsabilità di ciò che racconta e vive. Ogni persona che incontriamo  è orgogliosa di far conoscere le proprie tradizioni e culture e noi dovremmo essere disponibili ed orgogliosi di far conoscere  le nostre .Far conoscere agli ospiti  il nostro territorio è un obbligo sociale, che per gli eugubini a volte è anche  un bel passatempo e che ha contribuito a renderci  famosi in tutto il mondo .

FacebookTwitterLinkedIn