presentato la quinta edizione di Terracomunica Festival a Gubbio

Si è svolta questa mattina alle ore 10 presso la Sala degli Stemmi di Palazzo Pretorio, ubicata al piano terra del palazzo comunale di Gubbio, la conferenza stampa di presentazione della quinta edizione di Terracomunica Festival che si terrà a Gubbio dal 27 al 30 luglio 2017.
Terracomunica è prima di tutto un’associazione nata con l’obiettivo di organizzare eventi volti a riacquisire consapevolezza della propria terra, delle proprie tradizioni e dei propri valori al fine di ricreare un sapere condiviso che aiuti a vivere al meglio la propria città. Capirla e conoscerla è infatti il miglior modo per rendere viva la propria cultura. 
Essere sostenibili come persone, conoscere chi siamo e da dove veniamo, non è soltanto l’idea di base del progetto ma anche il modo migliore per crescere e divenire cittadini consapevoli delle proprie origini e delle proprie potenzialità. In un mondo dominato dall’Ego sposare l’idea dei fondatori di Terracomunica significa rendersi disponibili a pensare al plurale, favorendo la creazione di un “noi” che aiuti i cittadini a comunicare direttamente tra loro. Come sostiene il presidente Paolo Tosti, infatti: “ogni individuo occupa, all’interno della storia dell’umanità, un determinato intervallo di spazio e di tempo. Questo spazio è ciò che ci identifica e stabilisce la nostra appartenenza alla terra e alla sua storia. Oggi più che mai la terra, dono comune a tutti gli esseri umani, comunica le proprie esigenze. Sta a noi ascoltarla.”
E se è vero che per sapere dove si va, bisogna conoscere da dove si viene, mezzi come la fotografia, l’arte, la musica e l’architettura sono sembrati  vincenti per aprire a riflessioni capaci di tutelare la memoria dei luoghi che si abitano. Terracomunica ripristina così il dialogo tra persone e territorio cercando di tramandare la consapevolezza che l’uomo è di passaggio in una terra che prima di essere utilizzata, va scoperta, anche per riconsegnare ai posteri la conservazione di un patrimonio culturale.
Ed è proprio seguendo questa filosofia che l’associazione lavora fin dal 2009 alla creazione di un vero e proprio Festival che da Milano si è trasferito in Umbria e a Gubbio nel 2012. Da quel momento in poi l’evento si propone come  un perfetto connubio tra formazione e cultura che con  mostre, artistiche e fotografiche, workshop , convegni, show cooking, giochi, laboratori e momenti di degustazione alla riscoperta dei sapori di un tempo, cercherà di mettere in risalto, anche quest’anno, l’importanza dello sviluppo sostenibile del territorio e dello stare insieme. L’obiettivo infatti è proprio quello di crescere, personalmente e culturalmente, condividendo e confrontando saperi e informazioni.
D’altronde un luogo per restare attivo ha bisogno di essere conservato correttamente e creare occasioni di incontro e approfondimento risulta essere una strategia vincente per conoscersi, arricchendosi. E così tra grandi nomi e interessanti professionalità, ogni meeting ha una sua importanza, e da workshop culinari a quelli per architetti o fotografi tutti intendono soffermarsi sul tema portante della sostenibilità, che vede la persona al centro del progetto. Il tutto verrà poi integrato da noti laboratori immagine per bambini, sostenuti per il secondo anno dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, cha hanno lo scopo di sviluppare la consapevolezza di vivere in un ambiente sostenibile. Tutto è pronto, dunque, per avvicinare l’intera comunità a quest’importante tematica.
Terracomunica ha poi voluto impreziosire l’estate che si accinge ad arrivare con due importanti iniziative: come anticipato nella conferenza stampa di questa mattina dal presidente nazionale di ANBIMA (associazione nazionale delle bande italiane musicali autonome), Gianpaolo Lazzari, Terracomunica ospiterà, a Gubbio, dal 3 al 9 luglio un gruppo di oltre cento giovani musicisti, dai 10 ai 20 anni, provenienti da tutta l’Umbria che, diretti dal maestro Marco Somadassi, studieranno e lavoreranno per la prima volta insieme costituendo così la prima Banda regionale Anbima-Terracomunica che, venerdì 7 luglio presso la Piazza Giordano Bruno, realizzerà il Concerto numero 0 del gruppo. La creazione di questa prima giovane Banda umbra sostenibile è un traguardo importante per Gubbio che diviene, in questo modo, la prima tappa del centro Italia; va considerato infatti che progetti simili sono stati per ora realizzati soltanto a Reggio Calabria e in Friuli Venezia Giulia. Significativa inoltre anche la scelta di realizzare, per l’edizione 2017 del Festival, il “Terracomunica Beer Fest”; sostenere ed educare alla conoscenza di birrifici e prodotti è un altro importante obiettivo di Terracomunica. Dal 29 al 30 luglio come anticipato da Elisa Giuli, uno dei responsabili del progetto, sarà così possibile degustare e prendere parte a dei veri e propri workshop in Piazza San Giovanni.
 
Ulteriori  informazioni sul Festival e sull’associazione possono essere trovate all’interno del sito:  www.terracomunica.com

Caterina Panfili. ufficio stampa Terracomunica