Terracomunica Festival 2015 si è svolto a Gubbio nel mese di luglio. A fare da apertura al festival sono stati i laboratori pensati per i più piccoli, tra cui un’esperienza presso l’Aratorio, pensato per far conoscere le varie fasi della coltivazione, un laboratorio immagine, tenuto da giovani fotografi, in cui si è illustrato come utilizzare la macchina fotografica come strumento di linguaggio creativo, un laboratorio sulla costruzione di aquiloni ed un altro ancora pensato per far mettere alla prova i bimbi su come realizzare piccole fantasiose ricette per colazione e merenda.

Evento centrale di questa edizione di Terracomunica Festival 2015 è stato il Terracomunica Speech, occasione questa in cui molte eccellenze ci hanno potuto raccontare la sostenibilità dei territori attraverso le proprie esperienze, tra cui: Mario Cucinella, noto architetto, fondatore di MCA e di Building Green Future; Fabio Renzi, segreteria generale di Symbola, la fondazione per le Qualità Italiane; Enzo Cursio, giornalista e attivista nel campo dei diritti umani; Anna Mossuto, direttore responsabile del Gruppo Editoriale Corriere; Patrizio Paoletti, uno dei massimi esperti internazionale di comunicazione relazionale ed Enrico Berardi, presidente operativo del gruppo VISIANT, società attiva nel campo della tecnologia applicata al marketing relazionale e nel capo dei Contact center.

Durante la settimana di Terracomunica molti gli eventi in città, tra apertivi con vignaioli,  e mostre: ricordiamo “La Giostra come metafora del moto circolare della vita”, del fotografo Sebastiano Palazzo, e “Naturae”, una collettiva di due artisti italiani, Mauro Manetti e Frank Dituri, e di due artisti giapponesi, Miyayama Hiroaki e Kawachi Seiko, che si son confrontati nella rappresentazione simbolica della natura.

Anche questa edizione di Terracomunica Festival ha rappresentato un momento importante di riflessione sulla sostenibilità e il rispetto per la nostra terra e territorio in cui, vivendo, siamo di passaggio.

FacebookTwitterLinkedIn